Il monte Vesuvio è un vulcano esplosivo attivo l’ultima eruzione è avvenuta nel 1944, nel 1995 è stato istituito come parco nazionale per il grande interesse geologico, biologico e storico che il suo territorio rappresenta. 

Rapportato alla sua estensione ha una presenza eccezionale di vegetali, sono circa 612 specie, e di animali circa 227 specie. La sua altezza, è di 1.281 m, sorge all’interno di una caldera di 4 km di diametro. Quest’ultima rappresenta ciò che è rimasto dell’ex edificio vulcanico, Monte Somma, dopo la grande eruzione del 79 d.C., che determinò il crollo del fianco sud-orientale in corrispondenza del quale si è successivamente formato il cratere attuale.

In effetti nell’antichità il Vesuvio non era considerato un vulcano ma una montagna a picco unico, come testimoniano alcuni affreschi conservati nel Museo Archeologico di Napoli che mostrano il Vesuvio. 
Coperta di vegetazione e di vigneti e con la sommità che appare come uno spazio piatto sufficiente ad accampare un’armata, tanto che nel 73 a.c. durante la Terza Guerra Servile Spartaco e i suoi seguaci si rifugiarono sul Vesuvio con l’armata dei ribelli che fu attaccata dall’esercito di Roma. Si trattava senza dubbio di un antico cratere, ma nessuno a quei tempi sapeva niente della sua storia. Ecco perché alle pendici del Vesuvio sono avvenuti insediamenti degli Osci e Sanniti, di Stabia, Pompei ed Ercolano non sospettavano del potenziale rischio dell’area ma consideravano solo la fertilità del terreno e la posizione strategia perché vicino alla costa. È attualmente l’unico vulcano attivo di tutta l’Europa continentale.

È uno dei vulcani pericolosi più studiati al mondo; questo perché sulle sue pendici vi abitano circa 700.000 persone e le conseguenze dell’eruzione sarebbero di una enorme tragedia. Il Vesuvio è stato il primo vulcano al mondo studiato metodicamente. Grazie alla casa Reale dei Borbone, infatti il Re Ferdinando II nel 1841 fece costruire l’Osservatorio Vesuviano che ancora oggi è funzionante. Possiamo dire che la Vulcanologia intesa come disciplina scientifica è nata qui. L’alta considerazione nel mondo della competenza della struttura Napoletana è dimostrata dal fatto che quando gli statunitensi nei primi decenni del XX secolo decisero di creare un osservatorio alle Hawaii presero ad esempio l’istituto vesuviano.
La sorte di molte città importanti dell’epoca romana come Pompeii, Stabia ed Ecolano è stata legata alla sua evoluzione.

La sua imponenza rappresenta un colpo d’occhio di rara bellezza che lo ha reso famoso nel mondo grazie ad una foto scattata dalla collina di Posillipo “ ‘a cartullin e ‘Napule “ dove si può ammirare lo splendido golfo di Napoli con il Vesuvio che sta li come se vegliasse sulla Sua città.

Tour Ercolano e Vesuvio

  • Tour Ercolano e Vesuvio
  • Tour Ercolano e Vesuvio
  • Tour Ercolano e Vesuvio

Il tour Ercolano e Vesuvio si contraddistingue perché la estrema vicinanza tra i due siti ci fa pensare che è illogico ancora oggi vivere in questa area considerando la stor..

Highly Recommended

Tour Pompei e Vesuvio

  • Tour Pompei e Vesuvio
  • Tour Pompei e Vesuvio
  • Tour Pompei e Vesuvio

Quello di Pompei e il Vesuvio, è un tour incentrato solo sulla storia e sulla caratteristica icona che rappresenta Napoli nel mondo. Attraversare le piccole strade del centro ..

Highly Recommended

Modulo richiesta informazioni


Telefono

+39 348 5262862

Address

Via Casa Lauro, 32
80063 Piano di Sorrento (NA)
Italy
Chat on WhatsApp